Via che vai di Anna Maria Faloppa

Via Santa Caterina

Secondo Francesco Agostino Della Chiesa, intorno alla metà del 1100 i Marchesi di Susa fondano una cappella lungo l’attuale via San Bernardino in onore di Santa Caterina d’Alessandria, vergine e martire vissuta nel III secolo. Citata fin dal 1200 in vari documenti con i titoli di Santa Maria alla Cappella e/o della Beata Caterina, la chiesetta rurale è una rettoria, a cui provvede il Capitolo della Collegiata di Santa Maria di Moncalieri. 
Alle soglie del 1800, come testimonia Delfino Muletti, l’enfiteuta della vigna circostante ancora continua a pagare un canone annuo al Capitolo di Torino, anche se la cappella si presenta ormai in “cattivo stato”. 
La fontana di Santa Caterina si trova nel pianoro sottostante ed è alimentata   da una “fonte perenne  di limpida, fresca e salutare acqua”, posta in alta collina e conosciuta da secoli per le sue qualità puntualmente citate dagli storici locali. L’iscrizione sulla lastra marmorea è datata 1550, ma si tramanda che la fontana assuma l’aspetto attuale intorno agli anni ‘20 del 1900, grazie all’avv. comm. Pietro Giraud (1862-1927), amministratore pubblico e benefattore. Questi si avvale dell’opera del calderaio Ferdinando Perego (1871-1921) per rintracciare, incanalare e portare più a valle in un terreno di sua proprietà quell’acqua salutare, rendendola accessibile a tutti e finanziando generosamente “Un bel lavoro!”, secondo il sobrio commento dell’artigiano. 
A tutt’oggi, un percorso collinare consente di raggiungere il sito della fontana ornato da un pilone (1977). Se ne occupa il Comitato per la valorizzazione e la festa della fonte di Santa Caterina, costituito nel 1975 e guidato tradizionalmente dalla famiglia Palmero.
Quanto detto spiega l’intitolazione di Villaggio Santa Caterina attribuita al complesso residenziale realizzato negli anni ‘70-‘80 idealmente ai piedi del sit o e intersecato dalla “via Santa Caterina”, così denominata dal Consiglio comunale il 12 marzo 1981 (verbale n.25) su proposta dei residenti.