Barge: Iniziato l'anno scolastico all'Istituto Alberghiero

Ancora troppe classi sistemate fuori sede

Da lunedì 12 settembre sono tornati sui banchi di scuola anche gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Giacomo Paire”.
Complessivamente sono 275 gli allievi iscritti alla scuola superiore di Barge per l’anno scolastico 2022-2023, suddivisi in 3 classi prime, 3 classi seconde, 4 classi terze, di cui una di cucina, una di pasticceria, una di sala e vendita e una di accoglienza, 3 classi quarte, due di cucina e una di sala e vendita, 4 classi quinte, due di cucina, una di sala e una di accoglienza.
La novità principale di quest’anno, come in tutte le scuole, riguarda i minori vincoli legati alla pandemia; via l’uso delle mascherine, via la didattica a distanza, si spera davvero in un ritorno completo alla normalità pre-Covid.
Numeri – Come detto, sono 275 i ragazzi che frequentano l’Istituto Alberghiero di Barge: 49 gli iscritti nelle classi prime, 55 nelle classi seconde, 70 nelle classi terze, 38 nelle classi quarte e 63 nelle classi quinte.
Aule – A prescindere dal venir meno di alcune limitazioni dovute al distanziamento, permane tuttavia l’ormai cronica carenza di aule per ospitare tutti gli alunni.
«Quest’anno le classi prime, le seconde e le quinte saranno dislocate nella sede centrale dell’Istituto Alberghiero. Le classi terze e quarte troveranno sistemazione nelle succursali in centro a Barge» spiega il responsabile della scuola superiore bargese, prof. Andrea Unia.
Sono 10 le classi i cui allievi frequenteranno le lezioni nella sede centrale, mentre 3 classi saranno ospitate nell’ormai storica succursale del centro sociale di via Bianco ed altre 4 classi troveranno sistemazione nei locali dell’oratorio parrocchiale.
Per quanto riguarda le attività sportive, le lezioni di educazione fisica continueranno a tenersi al palazzetto dello sport cittadino, in attesa che la finanziata nuova palestra, adiacente alla scuola, venga realizzata.
Mensa – Il servizio mensa non viene attivato. L’orario è infatti spalmato su sei ore al mattino e i ragazzi che si fermano nel pomeriggio per le lezioni di pratica in cucina, consumano quello che preparano.
Orario – Per la prima settimana le lezioni sono articolate su quattro ore, dalle 8.25 alle 12.15; dalla seconda settimana, compatibilmente con le nomine ed il personale docente a disposizione, si comincia con l’orario normale di sei ore, dalle 8.25 alle 14.20. Con l’orario definitivo ci saranno anche i rientri pomeridiani, previsti a partire dal mese di ottobre, in modo da poter contare sulla presenza certa del personale docente.
Attività – Si comincia subito con alle viste una serie di interessanti appuntamenti, come spiega il responsabile del plesso bargese.
«Collaboreremo, come consuetudine, con il Comune e la Pro Loco, per l’Ottobrata di Barge; organizzeremo anche un pranzo con l’associazione gemellaggio Barge-Annonay, sabato 1 ottobre, in occasione del 30° anniversario del gemellaggio tra le due città; a metà novembre una rappresentanza dell’Istituto (20 persone tra allievi e docenti) è stata inoltre invitata a presenziare e servire una cena di gala ad Annonay, sempre nell’ambito del gemellaggio; altra cena di gala, dove il nostro Istituto sarà presente, è quella inserita nel programma delle manifestazioni per la sagra della bagna caoda a Faule, all’inizio di ottobre» sottolinea il prof. Andrea Unia.