Racconigi: Previste esenzioni e riduzioni per Tari e Irpef

Misure a sostegno delle famiglie

A fine luglio l’Amministrazione comunale si era seduta ad un tavolo per trovare un accordo con le organizzazioni sindacali e le rispettive federazioni dei pensionati, con l’obiettivo di mettere sul piatto due importanti misure a sostegno delle famiglie in difficoltà: due bandi per ottenere l’esonero o il rimborso della Tari (tassa rifiuti) per il 2022 e dell’addizionale Irpef riferita al 2021.
«In totale sono stati stanziati 50 mila euro a copertura dei bandi. Per la presentazione delle domande c’è tempo fino al 4 novembre 2022», spiegane dall’Amministrazione racconigese.
Il valore del contributo viene calcolato sulla base dell’Isee prodotto da ogni nucleo familiare e sono previste quattro fasce, in base alle quali si può avere l’esonero parziale o totale della Tari.
Per quanto riguarda la restituzione dell’addizionale comunale Irpef 2021, i contributi saranno versati alle famiglie richiedenti con un indicatore Isee non superiore ai 19 mila euro, innalzato a 20 mila euro per i nuclei monocomposti.
«Abbiamo posto particolare attenzione nei confronti delle famiglie che hanno al loro interno un componente portatore di disabilità, ai quali sarà riconosciuta una percentuale di esenzione aggiuntiva del 10% - spiega il vicesindaco e assessore alle politiche sociali Alessandro Tribaudino -. I cittadini che presenteranno la domanda sono autorizzati a sospendere il pagamento della prima rata Tari 2022, con scadenza il 30 di settembre; in caso di mancato accoglimento l’importo potrà essere versato senza l’applicazione di sanzioni, more o interessi. In un momento storico-economico complesso come quello che stiamo affrontando, essere vicino alle famiglie in difficoltà è non solo un dovere, ma un impegno morale, affinché nessuno rimanga indietro».
La modulistica ed il testo completo dei due bandi è disponibile sul sito del Comune.