Saluzzo: Investimento importante per trasformare il presidio di Saluzzo in polo di riferimento per la medicina di prossimità al servizio di 90 mila utenti

Dieci milioni di euro per l’ospedale della città

«L’ospedale di Saluzzo non sarà una scatola vuota, è necessario che la popolazione saluzzese ne sia consapevole e lo senta come elemento strategico per la salute pubblica» commenta il sindaco Mauro Calderoni, visibilmente soddisfatto e ottimista rispetto ai servizi che il presidio ospedaliero della città continuerà ad erogare. Anche quando entrerà in funzione il nuovo ospedale sull’asse Saluzzo-Savigliano, quello di Saluzzo non verrà dismesso, in quanto è oggetto di un piano di rilancio, già in opera.
Un’operazione da 10 milioni e 100 mila euro complessivi così ripartiti: 835 mila euro destinati all’ampliamento del centro dialisi (compresa la messa a norma antisismica). «Oltre 700 mila euro arrivano dai comuni (di cui 500 mila da Saluzzo e 100 mila dalla Fondazione CrSaluzzo), dalle Unioni Montane e dalle associazioni (capofila Officina delle Idee che contribuisce alla causa dell’Ospedale con 50 mila euro)». 

La notizia completa in edicola sul Corriere di Saluzzo.