Attualità: Ospiti d'eccezione e prima ... visita a Savigliano, città di Schiaparelli

La Cena Spaziale fa tappa a Tenuta Berroni

“La cena spaziale”, il format scientifico culinario ideato e condotto dal giornalista Maurizio Maschio, meglio conosciuto come G-Astronauta, si appresta a fare tappa in una delle più prestigiose dimore storiche del Piemonte: Tenuta Berroni, con i suoi 250 anni di storia.
L’appuntamento è per sabato 16 dicembre alle 19.30 nel ristorante “La Serra dei Berroni”. Lo chef Elisabeth Muhlmann proporrà un menu chiaramente a tema di cosmo, con piatti di ispirazione spaziale. 
A impreziosire la serata con i loro racconti, intervistati dal G-Astronauta, importanti personalità del panorama scientifico e aerospaziale: Walter Cugno, vicepresidente Exploration and Science Domain a Thales Alenia Space Italia e direttore responsabile del sito aziendale di Torino; Vincenzo Giorgio, amministratore delegato di ALTEC Spae vicepresidente Marketing & Sales per le attività istituzionali di Thales Alenia Space Italia; Liliana Ravagnolo, Mission Operations & Training Manager ed esperta di cibo spaziale in ALTEC; Paola Mogliotti, direttrice di I3P, incubatore del Politecnico di Torino e responsabile del progetto Terra&Tech.
Il costo della cena è 85 euro, inclusi i vini in abbinamento ai piatti (le pregiate etichette del Consorzio Tutela Vini d’Acqui docg e dell’azienda vinicola Silvano Bolmida di Monforte d’Alba). Prenotazioni entro domenica 10 dicembre al 351-3789278, oppure via e-mail a info@laserradeiberroni.it.

In attesa della serata gastronomica, tour guidato di Savigliano. L’assessorato alla Cultura, in occasione della Cena Spaziale e della Giornata nazionale dello Spazio, per la prima volta festeggiata nella provincia di Cuneo, ha deciso di proporre un’originale visita gratuita dedicata a Schiaparelli. 
Il tour, organizzato in collaborazione con l’Ufficio turistico, partirà nel pomeriggio, alle 15 dal Museo Civico, dove sono conservati oggetti e cimeli della vita e dell’attività di Schiaparelli, donati dal figlio nel 1913 alle neonate collezioni civiche. Seppur nato fuori città, in prossimità della fornace da mattoni della famiglia, l’adolescenza del celebre astronomo è legata al cuore di Savigliano. Gli Schiaparelli vissero infatti a poca distanza proprio dal Museo Civico e il piccolo Giovanni andò a scuola nel complesso conventuale di San Pietro, che al tempo accoglieva tutti gli istituti scolastici. Il futuro astronomo lasciò Savigliano per proseguire gli studi universitari. Ma continuò a frequentare il parroco di Santa Maria della Pieve, con cui condivideva la passione per l’astronomia. Avvicinandosi a piazza Santa Rosa non mancherà un cenno alla Stella saviglianese che campeggia oggi in Piazza del Popolo: riproduce quella che corona la Mole Antonelliana di Torino e fu progettata proprio a Savigliano. Uno spunto in più per ricordare come il piccolo Giovanni si appassionò al cielo. La visita si conclude nella Torre Civica di Savigliano. Per anni chiusa al pubblico, ora è il fulcro del progetto “SantaRosa-Prospettive Cittadine" condiviso tra il Comune e l'Associazione Civitas. Un simbolo della cittadina che in futuro dovrebbe dedicare uno spazio al celebre astronomo saviglianese e che sarà il focus di varie iniziative culturali. Visita guidata gratuita (aperitivo a pagamento) per un massimo di 25 persone, previa prenotazione scrivendo a iat.savigliano@coopculture.it.