Busca: Il progetto sarà candidato nel bando regionale “PieMonta in bici”

Intesa per una nuova ciclovia in pianura

I Comuni di Busca e Tarantasca hanno deciso di aderire al progetto proposto dal bando regionale “PieMonta in bici: infrastrutture ciclistiche strategiche”. Si tratta di un'iniziativa volta a realizzare una serie di nuove infrastrutture ciclistiche, per tutti coloro che giornalmente,  per lavoro o per svago, utilizzano la bicicletta e che necessitano pertanto di viaggiare su percorsi ben strutturati e il più possibile sicuri. 
Il progetto in questione mira a coinvolgere nel miglioramento e nella costruzione delle infrastrutture ciclabili un territorio piuttosto vasto: oltre alla circoscrizione di Tarantasca comprenderà anche i comuni di Cuneo, Cervasca e Busca.
È proprio Cuneo a fare da capofila nel progetto: nella giornata di mercoledì 20 dicembre, nella sala Giunta del Comune di Cuneo, i Sindaci delle quattro città hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa che di fatto rende possibile la presentazione dello studio di progettazione e della domanda di finanziamento alla Regione Piemonte entro la scadenza prefissata, ossia fine marzo 2024. 
I lavori seguiranno due direzioni, partendo dalla Stazione ferroviaria di Cuneo: da una parte la ciclabile andrà verso Cervasca, passando da Cerialdo. Questo percorso collegherà una delle aree industriali più importanti e più popolose alle porte di Cuneo, con un valore aggiunto turistico verso le valli Grana e Stura.
Il secondo percorso andrà verso Busca e Tarantasca, proseguendo il collegamento già esistente verso le frazioni dell’Oltrestura; la nuova ciclabile qui situata servirà inoltre a completare un collegamento turistico, passando per la frazione di San Chiaffredo,  in questo modo facilmente collegata al centro di Tarantasca tramite Via del Giogo.


(nella foto: la firma del Protocollo d'Intesa avvenuta a Cuneo)